Prevenzione delle dipendenze

immagine prevenzione delle dipendenzeL’Arco svolge costantemente e quotidianamente un’azione preventiva nei suoi servizi animativi, aggregativi ed educativi: si tratta della prevenzione primaria e universale, rivolta a tutti e presente come intento nelle azioni degli educatori e degli animatori e nei progetti dei coordinatori e dei responsabili della cooperativa intera.

Il settore prevenzione opera invece su altri due fronti: la prevenzione secondaria e la prevenzione terziaria.
La prevenzione secondaria è rivolta a un target specifico, cioè quello dei giovani che hanno una possibilità più reale di incrociare sostanze e esperienze legate al rischio e si traduce per noi nell’animazione relazionale.
La prevenzione terziaria è rivolta alla popolazione che ha già attraversato la dipendenza e mira alla riduzione del danno o alla prevenzione della ricaduta con il case manager.

Animazione relazionale

Gli educatori del settore prevenzione progettano e realizzano attività animative su richiesta

  • per piccoli gruppi appartenenti a CAG, agenzie formative e scuole secondarie di primo e di secondo grado;
  • per un pubblico più ampio di ragazzi su tematiche connesse all’uso/abuso, agio/disagio, ecc… all’interno di eventi organizzati per i giovani stessi, nei Comuni del territorio.

Gli interventi consistono in percorsi di sensibilizzazione sulla prevenzione dell’uso e abuso di sostanze legali e illegali rivolti a gruppi di giovani con caratteristiche differenti.
I percorsi animativi vengono progettati e concordati e con le equipe di riferimento (insegnanti, educatori, allenatori, organizzatori di eventi ecc.). Attraverso le animazioni si sperimentano modi efficaci per fare prevenzione, proponendo a gruppi di giovani percorsi che possano renderli più consapevoli di sé, dei propri comportamenti e delle proprie risorse.
Gli operatori del settore dipendenze dell’Arco si sono di recente attivati per affrontare la prevenzione del gioco d’azzardo patologico.
Le attività sono svolte in collaborazione e per conto dei Ser.T dei distretti A.USL di Levante e Ponente.

Case manager

Il servizio di Case Manager per pazienti multiproblematici è nato come risposta all’aumento degli utenti Ser.T. con disturbi mentali associati all’abuso di sostanze e l’aggravamento di alcuni di essi per comorbilità psichica, internistica e infettiva cronicizzata.
Gli operatori della Cooperativa, collaborano con le équipes dei Ser.T. della val d’Arda e della Val Tidone, progettando e realizzando per gli utenti percorsi di sostegno e di accompagnamento individualizzati e complessi. Gli interventi sono mirati alla risocializzazione e al recupero delle capacità residue, anche in ambito lavorativo.

Riduzione del danno

Il servizio di Riduzione del danno svolto dagli operatori L’Arco integra nei giorni festivi quello fornito quotidianamente dal Ser.T per la distribuzione del metadone. In questo modo il servizio rimane aperto 365 giorni l’anno. Gli operatori L’Arco operano seguendo un protocollo stabilito dal personale medico del Ser.T.